L’intervento di Mauro Del Barba al webinar “Sostenibilità: Società benefit e B Corp”. Il vantaggio dell’Italia.

29 Luglio 2021
L’intervento di Mauro Del Barba al webinar “Sostenibilità: Società benefit e B Corp”. Il vantaggio dell’Italia.

Al webinar “Sostenibilità: il futuro nelle strategie di sviluppo. Opportunità, criteri e misurabilità. Società benefit e B Corp”, organizzato da Join Group e dallo studio legale Juridicum, è intervenuto l’Onorevole Mauro Del Barba, Presidente di Assobenefit e primo firmatario e promotore della Legge sulle Società Benefit. L’Onorevole Del Barba ha espresso il desiderio di aggiungere un ultimo tassello legislativo per il mondo benefit: un’agevolazione fiscale per chi investe nelle Società Benefit in modo da attrarre capitale per questo tipo di imprese. E ancora, ha sottolineato come per la prima volta l’Italia abbia un vantaggio sugli obiettivi di sostenibilità che l’Europa si sta ponendo e questo rappresenti un’opportunità enorme per l’impresa del nostro paese che ha la possibilità di imporre regole e non essere follower.

Di seguito un estratto dell’intervento al webinar del Presidente di Assobenefit Mauro Del Barba.

“Il contesto in cui è nato il disegno di legge del 2015 era un contesto non così facile, che faceva pensare a una scommessa. Quel disegno di legge è stata una scommessa prematura rispetto al dibattito italiano, ma lungimirante rispetto ai fenomeni che stanno capitando nel mondo. A livello nazionale, sovranazionale e di mercato si stanno sviluppando una serie di prassi e di strumenti che l’imprenditore può vivere con grande disagio se non si mette nella prospettiva che è quella molto chiara delle società benefit, previste dalla legge italiana. Tutto quello che sta accadendo esprime la volontà degli stati, delle istituzioni e del mercato di portare dentro l’impresa maggiori quote di responsabilità.

Il vero cambio di paradigma si ha proprio nelle Società Benefit; l’impresa non deve solo fare utile ma deve migliorare il sistema sociale e ambientale in cui ci muoviamo, assumendo come scopo anche gli obiettivi che lo stato si pone e periodicamente traduce e trasforma in norma. […]

Per le società benefit ritenni non necessario e opportuno indicare dei vantaggi fiscali per ovvi motivi: avrebbe indotto a considerare le società benefit probabilmente più per la ricerca del vantaggio fiscale che non per ricercare le nuove opportunità di questo tipo di impresa. Se dovessi esprimere i miei desideri, l’ultimo tassello legislativo che vedrei bene per le società benefit è un’agevolazione fiscale per chi investe nelle società benefit, per attrarre capitale per questo tipo di imprese; logica conclusione di questo tipo di percorso. È un po’ quello che sta immaginando l’Europa quando pensa alla finanza sostenibile. In questa vicenda noi siamo in anticipo su quello che l’Europa sta facendo ed è un’opportunità enorme per l’impresa italiana. Anziché essere follower di regole che subiamo, possiamo provare ad imporle, e ovviamente per imporle le società benefit devono diventare più di mille, devono diventare un fenomeno molto visibile. Dobbiamo imporre il modello d’impresa che l’Europa sta ricercando […] e possiamo sovvertire quei luoghi comuni, anche veri, che c’erano sull’impresa italiana; forse oggi possiamo far scoprire che abbiamo un patrimonio culturale e una tradizione che coincide con quella che si sta ricercando un po’ in tutto il mondo”.

Condividi:

Prendi un caffè con noi

Chiedi informazioni o prendi un appuntamento




    Dichiaro di aver letto e di accettare la nostra Informativa sulla Privacy, e i Termini e condizioni di privacy del Google reCAPTCHA. *