Emergenza trasporti: l’imbuto che proprio non ci voleva

17 Giugno 2022
Emergenza trasporti: l’imbuto che proprio non ci voleva

La carenza di capacità di trasporto della merce è diventata un problema strutturale per il nostro paese e per le nostre imprese. Le notizie di carenza di autisti, di porti congestionati, di prezzi impazziti, di infrastrutture inadeguate è all’ordine del giorno. Imprenditori, lavoratori e gli stessi enti governativi sono preoccupati ma non si trova un panel di soluzioni adeguate a risolvere in modo strutturale il problema e si mettono toppe ad una rete con troppe maglie rovinate.

È necessario prendere immediatamente delle decisioni programmatiche importanti per raggiungere un livello di efficienza almeno soddisfacente, ma dobbiamo prendere anche delle decisioni che siano immediatamente efficaci per risolvere almeno parzialmente il problema.

Il rischio è trovare i magazzini pieni di merce, navi ferme in porto e linee produttive ferme. Il Sole 24 Ore scrive che “Nei porti marittimi si registrano ritardi nelle partenze e negli arrivi dei container che viaggiano sulle rotte intercontinentali. Prima della pandemia il 20% delle merci spedite via mare subiva un ritardo, negli ultimi mesi questa percentuale ha raggiunto il 70 per cento”

Il trasporto su strada ha bisogno immediatamente di azioni per sbloccare la fornitura di nuovi mezzi e per trovare nuovi autisti da immettere sul mercato. Ricordiamo che circa l’80% della merce viaggia su gomma e che l’export verso paesi strategici per la nostra economia, quali Germania e Francia, transita quasi esclusivamente via strada.

Dobbiamo pianificare il futuro per un trasporto sostenibile sotto tutti gli aspetti sia ambientale, sia sociale che di governance, e dobbiamo intervenire affinché oggi favorisca il processo di appiattimento della bolla inflazionistica e della ripresa economica e non sia invece l’ulteriore imbuto che strozza i processi della nostra economia.

David Cioccolo

David Cioccolo – Partner

Condividi:

Prendi un caffè con noi

Chiedi informazioni o prendi un appuntamento




    Dichiaro di aver letto e di accettare la nostra Informativa sulla Privacy, e i Termini e condizioni di privacy del Google reCAPTCHA. *